Nota sul Nuovo Calendario Accademico

A seguito di numerosi commenti e segnalazioni ricevute, come Lista Aperta ci teniamo a specificare quanto segue.

Il nuovo Calendario Accademico NON è una proposta ideata dalle rappresentanze studentesche. Infatti, come più volte specificato negli articoli, è stato il Politecnico ad esprimere la volontà di riformare il Calendario, riportandoci come principali motivazioni il concedere più tempo agli studenti per prepararsi agli esami e assimilarne i contenuti, e per allinearsi ad alcune università europee.

Al momento della presentazione della proposta iniziale, descritta nel primo articolo, ci siamo trovati a dover fare i conti con una proposta di cui sposavamo le intenzioni ma della quale notavamo numerosi aspetti critici.

Come rappresentanza studentesca, noi di Lista Aperta così come i ragazzi delle altre Liste, abbiamo preso atto della volontà delle alte cariche dell’Ateneo di riformare il Calendario e del fatto che una “guerra” a priori contro alla proposta sarebbe stata del tutto inutile, in quanto il Calendario, con o senza di noi, sarebbe stato modificato. Abbiamo dunque cercato di incidere positivamente nel percorso di definizione del Nuovo Calendario, facendo tutto il possibile per fare il bene degli studenti, e ottenendo a nostro parere e vista la situazione in cui ci siamo trovati a muoverci, dei risultati soddisfacenti.

Siamo coscienti infine che non siamo riusciti a sciogliere alcune criticità (3 giorni di sospensione per le prove in itinere invece che 5, vacanze estive ridotte, un transitorio rocambolesco), ma siamo sinceri nel comunicarvi che quello che potevamo fare l’abbiamo fatto, e che nella riforma vi sono, grazie alle rappresentanze, numerosi aspetti positivi (più tempo per studiare, settimane vuote prima della sessione, quinto appello alle matricole, revisione dei compitini, distanze regolamentate fra appelli).

Continueremo ad aggiornarvi sulla vicenda nell’articolo dedicato agli aggiornamenti.

Buono studio,

Il team di Lista Aperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *