News dal CdA – 26 maggio 2020

Il 26 maggio 2020 si è riunito su Microsoft Teams il Consiglio di Amministrazione del Politecnico a cui ha partecipato il nostro consigliere Marco Guerini. Tanti sono gli argomenti trattati in questa seduta, molti dei quali toccano direttamente gli studenti.

Di seguito i temi principali affrontati:

 

Nuovo bando DSU

È stato approvato il Bando per il Diritto allo Studio Universitario 2020/2021. Puoi trovarlo QUI.

Il Bando presenta alcuni miglioramenti, tra cui:

  • Si sono introdotte tre graduatorie per l’assegnazione degli alloggi a tariffa agevolata, una per Polo, e non più un’unica graduatoria;
  • Si è cercato di esplicitare meglio alcuni punti fra i più controversi (es. per evidenziare che non si è ‘Fuori Sede’ a prescindere ma solo se…);
  • Oppure si è cercato di migliorare le scadenze facilitandone alcune.

Abbiamo anche richiesto che qualora la crisi sanitaria dovesse tornare, misure saranno adottate per salvaguardare gli idonei alla borsa, come ad esempio gli studenti che dovranno pagare l’affitto anche solo per un semestre al posto che per 10 mesi, come scritto nel bando. L’obiettivo è garantire sempre il Diritto allo Studio, come abbiamo fatto in questo semestre per i buoni pasto. (vedi prossimo paragrafo)

Siamo soddisfatti di questi e degli altri miglioramenti al bando per il Diritto allo Studio perché lo riteniamo un punto fondamentale per la vita degli studenti in università. Come ben evidenziato nel nostro programma elettorale, continueremo a lavorare sul DSU per tutelare al meglio gli studenti.

Misure economiche per gli studenti – coronavirus

In questi mesi abbiamo lavorato molto per venire incontro a tutti gli studenti economicamente in difficoltà a causa del coronavirus. Abbiamo lavorato insieme al rettore e ai dirigenti e proposto misure chiare per andare in questa direzione. 

Prima di tutto abbiamo proposto una misura per aiutare tutti gli studenti idonei alla borsa di studio DSU (quindi in una fascia di ISEE bassa) che non hanno potuto utilizzare quella quota di borsa di studio che già gli spettava poiché viene erogata sotto forma di buoni pasto da utilizzare a Milano e loro a Milano non potevano andarci. Obiettivo: monetizzare agli studenti parte della quota dei buoni pasto. Potevamo ipotizzare qualsiasi nuovo fondo per gli studenti in difficoltà causa covid, ma se non garantivamo agli studenti in difficoltà già prima del covid almeno una parte della quota che già gli spettava, il nostro muoverci sarebbe stato di poco valore.

In secondo luogo abbiamo deciso di potenziare il fondo dei contributi straordinari, fondo già attivo al Politecnico con l’obiettivo di aiutare gli studenti che improvvisamente – a causa di un lutto, di una variazione significativa del reddito, etc. – sono entrati in difficoltà economiche a causa della crisi.

Abbiamo quindi recuperato fondi per completare una manovra di quasi 1 milione di euro per aiutare gli studenti. Per questi fondi dobbiamo ringraziare il Rettore e i dirigenti che si sono mostrati molto disponibili, ma anche tutte le associazioni di studenti che hanno rinunciato a dei fondi già stanziati per alcune delle loro attività, così da completare i finanziamenti.

  • Metà di questa manovra servirà a monetizzare il 50% della quota buoni pasto DSU a chi per i 5 mesi della crisi (marzo-luglio) non ne ha usufruito del buono a Milano nemmeno una volta durante il mese. (che tradotto significa monetizzare fino a 160€ per circa 3000 persone)
  • L’altra metà per potenziare il fondo “contributi straordinari”. Una parte andrà per incrementare l’attuale modalità di distribuzione dei contributi straordinari (che attualmente è di 50k), per dare 1600-2200€ a chi è in una situazione di emergenza grave (lutto, perdita del lavoro, etc.), e con la restante parte si crea una nuova linea di contributi straordinari “digital divide” per dare 250€ agli studenti le quali famiglie hanno avuto una variazione di reddito significativa a causa dell’emergenza.

Maggiori dettagli saranno forniti presto, nel frattempo ci possiamo ritenere molto soddisfatti. Ringraziamo La Terna Sinistrorsa per aver condiviso con noi molte di queste battaglie nelle scorse settimane.

Concessione esoneri dalle tasse

È stata confermata la copertura per tutti gli esoneri per merito inizialmente previsti, ovvero al 50% per chi ha una media tra 27 incluso e 29 escluso e al 100% per medie superiori o uguali al 29. Ricordiamo che per gli studenti appartenenti ad una fascia di contribuzione superiore alla quarta, la quota di esonero si calcola sulla quarta fascia contributiva. Siamo molto contenti che si sia riusciti a coprire tutti gli esoneri previsti, a maggior ragione in questa fase di crisi. Gli esoneri sono un contributo significativo nel solco del Diritto allo Studio Universitario che non deve mai essere dato per scontato. QUI  puoi trovare la tabella riepilogativa degli esoneri per merito.

Parco Bovisa La Goccia – passo avanti

Lo scorso mese vi avevamo raccontato nelle News dal CdA di Aprile e nel nostro articolo LA Bovisa del Futuro dell’evoluzione dei fatti che sta portando alla realizzazione del Parco La Goccia, in Bovisa, con innumerevoli spazi per gli studenti del Politecnico. Nel CdA di Maggio è stato approvato l’atto di indirizzo per la pubblicazione della gara di appalto. Si ipotizza una realizzazione del primo lotto entro il 2023.

Assicurazione furti – nuovo bando

E’ stato approvato in CdA il nuovo bando per l’assicurazione furti degli studenti.

Ogni anno centinaia studenti subiscono un furto all’interno delle mura del Politecnico. Tanti i computer o altri strumenti necessari alla didattica che vengono rubati. Nel 2014 i rappresentanti di Lista Aperta proposero una piccola assicurazione per rimborsare gli studenti di eventuali furti avvenuti in università e nel 2016-2017, dopo un lungo lavoro (come si legge in un nostro vecchio articolo QUI), siamo riusciti ad inserirla. Il costo massimo fissato dalla Commissione Permanente Studenti di allora fu di 15€.

Lo storico dei furti 3 anni fa era pari a zero per anno, mentre oggi è di 150 all’anno. (+70% rispetto all’anno precedente) La società assicurativa per i furti agli studenti ha pertanto deciso di non rinnovare il contratto per altri 3 anni perché non reputava più conveniente offrire questo servizio agli studenti del Politecnico e dunque un nuovo bando andava scritto per cercare una nuova società. Il Politecnico ha scritto un bando che unisse sotto la stessa società l’assicurazione furti e quella infortuni, così da ridurre il più possibile il costo. Nel bando approvato in CdA è previsto che la società che si aggiudicherà il lotto garantisca la presenza nel campus con uno sportello aperto 4 giorni a settimana per garantire agli studenti di rivolgersi a qualcuno di persona qualora dovessero subire un furto o un infortunio. E’ stato anche deciso di aumentare la massima esposizione, il che vuol dire che il massimo rimborsabile aggregato sarà di 1.250.000€, per garantire ad un numero ancora maggiore di studenti di essere rimborsati. Il rimborso per sinistro invece non cambia e sarà sempre di massimo 1500€. Sarà possibile richiedere il rimborso però solo se esso avviene all’interno dei locali del Politecnico e non nelle aree all’aperto.

Siamo contenti che l’assicurazione da noi proposta aiuti ogni anno centinaia di studenti e siamo grati al Politecnico per l’attenzione con cui ha curato anche la stesura di questo nuovo bando, per questo ringraziamo l’ufficio Patrimonio Immobiliare per la collaborazione.

Per maggiori informazioni su come richiedere i rimborsi, leggi la nostra Guida all’Assicurazione Furti.

 

 

Per qualsiasi domanda, idea o proposta non esitate a contattarci.

Buona sessione!

Il Team di Lista Aperta

 

Rappresentanti negli Organi Centrali:

Marco Guerini – Consiglio di Amministrazione – [email protected]

Matteo Oggioni – Senato Accademico – [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *