Guida all’Assicurazione Furti

Ogni anno centinaia studenti subiscono un furto all’interno delle mura del Politecnico. Tanti i computer o altri strumenti necessari alla didattica che vengono rubati. Nel 2014 i rappresentanti di Lista Aperta proposero una piccola assicurazione per rimborsare gli studenti di eventuali furti avvenuti in università e nel 2016-2017, dopo un lungo lavoro (come si legge in un nostro vecchio articolo QUI), siamo riusciti ad inserirla.

Vi proponiamo una guida schematica che vi possa aiutare a muovervi nel modo giusto prima di rivolgervi all’ufficio assicurativo del Poli.

 

L’assicurazione riguarda:

  • tutte le tipologie di studenti ISCRITTI al Politecnico, totale 46.000.
  • i beni mobili di proprietà degli studenti: tutti i beni sia fissi che mobili (diversi da immobili), beni all’aperto (che si utilizzano solitamente fuori), beni elettronici, i beni ad impiego mobile, i relativi dati.
  • Un totale delle somme assicurate di 1 milione di € (a testa risarcimento massimo di 1500€)
  • TUTTI i danni materiali causati a beni assicurati (anche se determinati con colpa grave dell’assicurato!! salvo quanto detto al prossimo punto) causati da:
  1. FURTO (di beni posti in beni immobili del PoliMI violandone le difese poste dall’assicurato),
  2. FURTO CON DESTREZZA (furto senza che ci siano segni di effrazione dei mezzi di custodia, se esistenti. Per i furti con destrezza non devono passare più di 5 giorni prima di formalizzare al PoliMI il furto, contrariamente ai 30 giorni validi per le altre tipologie. Devono avvenire sempre nei beni immobili del PoliMi),
  3. RAPINA (sottrazione/costrizione a consegnare i beni assicurati. Deve avvenire nei beni immobili del PoliMI oppure se persone dall’esterno sono costrette a recarsi dentro le aree del PoliMI per la sottrazione dei beni, non viceversa)
  • ESCLUSIONI: elenco infinito, dove si citano principalmente tutte le catastrofi naturali, incuria degli oggetti e ovviamente dolo. NON comprende inoltre: denaro, valori, oggetti d’arte, automobili ed infine: beni elettronici se e solo se già assicurati con specifiche polizze.
  • INTERPRETAZIONE POLIZZA: nel caso sia di interpretazione dubbia, bisogna interpretarla nel senso più favorevole all’assicurato.
  • DANNI PRECEDENTI: non sono da menzionare.
  • ALTRE ASSICURAZIONI: possono coesistere anche delle assicurazioni diverse e/o personali sugli oggetti in causa.

Modalità da seguire in caso di sinistro:

  • L’assicurato deve avvisare entro 30 giorni (5 per furti con destrezza) la società delegataria (PoliMI), dalla data del sinistro, fornendole informazioni e prove. Queste prove devono rispondere alle indagini dei periti o del PoliMI. Essi “devono:
  1. indagare su circostanze, natura, causa e modalità del sinistro; 
  2. verificare l’esattezza delle descrizioni e delle dichiarazioni risultanti dagli atti contrattuali e riferire se al momento del sinistro esistevano circostanze che avessero aggravato il rischio e non fossero state comunicate; 
  3. verificare l’esistenza, la qualità, la quantità ed il valore dei Beni assicurati; 
  4. procedere alla stima ed alla liquidazione del danno, comprese le spese di salvataggio, secondo i disposti tutti della presente assicurazione.”
  • L’ammontare dei danni e/o perdite è concordato tra PoliMI e Assicurazione, autonomamente o con l’ausilio di periti.
  • Il valore dei beni mobili è da intendersi al NETTO di un deprezzamento stabilito dallo stato, dall’uso e dalla data di acquisto.
  • In caso di danno solo ad una parte di una coppia, un insieme o una serie di beni, il danno non verrà considerato totale ma parziale, a meno che non sia reperibile singolarmente in commercio.
  • Una volta che l’Assicurato fornisce i documenti al PoliMI, il PoliMi e l’Assicurazione hanno 30 giorni per raggiungere un accordo da sottoporre all’Assicurato. Quando quest’ultimo lo accetta, entro altri 30 giorni verrà risarcito. Questi tempi si intendono senza che sia stata fatta opposizione.

 

Buon fine sessione!

Il Team di Lista Aperta

 

Rappresentanti negli Organi Centrali:

Marco Guerini – Consiglio di Amministrazione – [email protected]

Matteo Oggioni – Senato Accademico – [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *