SCIOPERO DOCENTI SESSIONE ESTIVA 2018:

[ENGLISH VERSION BELOW]

[ARTICOLO IN CONTINUO AGGIORNAMENTO]
Aggiornato al 23.5.2018

La Commissione di Garanzia dell’esercizio del diritto di sciopero, riunitasi il 13 aprile 2018, ha autorizzato un nuovo sciopero da parte dei docenti per la prossima e imminente sessione estiva di giugno e luglio 2018 dopo quello della sessione autunnale di settembre 2017, come vi avevamo raccontato qui.

La lettera è stata firmata da 6857 docenti e ricercatori universitari, di cui 130 del Politecnico di Milano.
Vi consigliamo di approfondire le ragioni dello sciopero sul sito del Movimento per la Dignità della Docenza Universitaria, con particolare attenzione alla prima lettera datata 22 febbraio.

Ricordiamo che chi ha firmato la lettera potrebbe anche non scioperare, anche se sarà molto difficile. Invece, caso molto più probabile, alcuni docenti che non hanno firmato la lettera potrebbero scioperare comunque.

Tralasciando le motivazioni, sulle quali ora non vogliamo entrare in merito, lo sciopero estivo degli esami di profitto seguirà le seguenti modalità:

    • Lo sciopero riguarderà soltanto il primo appello della sessione estiva nell’intervallo 1 giugno-31 luglio (i secondi appelli della sessione saranno come da calendario del Politecnico).
    • Potranno scioperare soltanto i Professori, i Ricercatori a tempo indeterminato e i Ricercatori a tempo determinato negli appelli della loro sede di appartenenza (non potranno perciò scioperare i professori di altre università che erogano dei corsi al Politecnico.
    • Nelle Scuole in cui gli appelli aperti a tutti gli studenti siano cinque nel corso dell’intero anno accademico (Ingegneria Industriale e dell’Informazione e Triennale di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale) si fisserà un appello straordinario, sostitutivo di quello del giorno dello sciopero, da tenere non prima del quattordicesimo giorno successivo alla data dello sciopero.
    • Per gli studenti LAUREANDI e gli studenti ERASMUS, laddove l’appello non tenuto sia l’ultimo utile per la Laurea o per adempimenti per l’Erasmus, verrà garantito un appello straordinario “ad hoc” in un giorno successivo a quello dello sciopero (indicativamente ma non tassativamente dopo 7 giorni).
    • Anche per studentesse in attesa di un bambino e studenti con problemi di salute documentati che richiedano particolari forme di tutela, sarà tenuto un appello “ad hoc” in un giorno successivo a quello dello sciopero (indicativamente ma non tassativamente dopo 7 giorni).

Quelle sopra riportate sono le indicazioni approvate dalla Commissione di Garanzia per lo sciopero della sessione estiva che non riguarderà soltanto il Politecnico, ma diverse università italiane.
Noi stiamo lavorando e continueremo a dialogare con le istituzioni del Politecnico, come già avvenuto per la sessione di Settembre 2017, in modo da cercare di limitare i disagi provocati dallo sciopero.

Rimangono delle questioni da approfondire e definire meglio riguardo alle categorie sopra citate. Per esempio:
Cosa significa che l’appello è l’ultimo utile per adempimenti Erasmus?
Quando uno studente è ritenuto laureando?
Secondo quanto emerso dalla Giunta della Grande Scuola di Ingegneria, uno studente è detto “laureando” se iscritto all’appello di Laurea. Solo in questo caso quindi risulta idoneo per partecipare all’appello di recupero previsto “ad hoc”.
Invece per quanto riguarda gli studenti che faranno domanda per la borsa DSU nelle Scuole con più di 5 appelli, la perdita di uno di questi potrebbe ostacolare la loro idoneità al DSU in maniera non indifferente.
Cercheremo quindi di capire il modo più intelligente per rispondere a  questa problematica insieme al Rettore ed agli Uffici di Ateneo.
Infine vi terremo aggiornati per eventuali spostamenti di scadenze e per le date degli appelli di Laurea della sessione estiva.

Per qualsiasi domanda o problema non esitate a contattarci,
Buono studio,
il team di Lista Aperta


[ENGLISH VERSION]

TEACHERS’ STRIKE DURING THE 2018 SUMMER EXAM SESSION

The Commission for the Right to Strike Guarantee, after gathering on April 13th, 2018, authorized a new strike of the teachers during the current 2018 June-July exam session, after the 2017 winter exam session strike. The letter of petition has been signed by 6857 university teachers and researchers, 130 belonging to Politecnico di Milano. For further details and to know the reasons behind the strike, we recommend you to read the document you can find on the website of the Movement for the University Teachers’ Dignity:

https://sites.google.com/site/controbloccoscatti/home/sciopero-giugno-luglio-2018

In particular, here’s the first document, published February 22nd:

https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=sites&srcid=ZGVmYXVsdGRvbWFpbnxjb250cm9ibG9jY29zY2F0dGl8Z3g6MTkzZjA1YjQ5ZDI1NjYz

We remember that who signed the petition may not eventually join the strike, even though it’s hard to occur.

It is very likely, instead, that some teachers may want to join the strike anyway, even though they haven’t signed the petition.

Leaving the reasons of the strike aside, since we don’t want to discuss them here, the strike will happen this way:

  • The strike will only affect the first exam dates of the exam session, from June 1st to July 31st, and the second exam dates will not change.
  • Only teachers, fixed-term researcher and permanent researchers will be allowed to join the strike, in the first exam dates of their course, in their own venue (teachers who belong to other universities but who teach courses at Politecnico will not be allowed to join the strike)
  • In the Schools where exam dates open to all students are five during the whole academic year (Industrial and Information Engineering, bachelor in Civil, Environmental and Territorial Engineering), an extra exam date will be set, to substitute the one lost due to the strike, to be held not before the 14th day following de strike date.
  • For the “graduating” students and for the Erasmus Students, where the lost exam date was the last useful to graduate or to fulfill duties related to the Erasmus, an extra “tailor made” date will be guaranteed, in a day following the strike (about but not mandatorily after 7 days).
  • Also for pregnant students and students with documented health conditions, asking for particular safeguard, an extra “tailor made” date will be guaranteed, in a day following the strike (about but not mandatorily after 7 days).

Those quoted above are the guidelines approved by the Commission for the Right to Strike Guarantee, regarding the 2018 Summer Exam Session strike, that will not affect Politecnico di Milano only, but many italian univeristies.

We are constantly working and keeping close contacts with Politecnico’s Institutions, as it happened during the 2017 strike, in order to arginate the hardships caused by such events.

Many topics are still to study in deep, regarding the categories of people to which the document refers, such as:

What does it mean that the exam date is useful to fulfill Erasmus – related duties?

When is a student considered graduating, meaning “about to graduate”?

According to what the School of Engineering Joint Committee, a student is considered “graduating” if he or she is registered to the Graduation date. Only in this case he or she is considered eligible to be granted a “tailor made” extra date.

For the students who will apply for the DSU scholarship in the Schools who have 5 exam dates in a year, losing one of these may get in the way of obtaining the scholarship.

We will therefore try to better understand what answers could there be to these questions, together with  rector Ferruccio Resta and the University Offices.

 

We’ll keep you updated.

For any question, do not hesitate and contact us!

Study well,
The Lista Aperta Team

3 pensieri su “SCIOPERO DOCENTI SESSIONE ESTIVA 2018:

  • Sono un ragazzo di 23 anni ho una amica che doveva fare gli esami e pultroppo non può farli per colpa dello sciopero..
    Mi sembra ingiusto privare uno/a studente /studentessa del proprio impegno e dedizione con cui ha affrontato l’anno.
    Da notare anche che la mia amica per colpa dello sciopero mancherà un anno cosa che non gli è mai capitato perchè è sempre stata una brava studente

    • Caro Mattia,
      a 23 anni dovresti sapere che l’università italiana non è strutturata come una scuola superiore in cui si “passa” o si “manca” l’anno.

      Se l’amica “mancherà un anno”, vuol dire che non avrà sostenuto esami per un numero minimo di crediti entro ottobre. Soltamente è suffciente meno della metà degli esami. Qundi se impegmo e dedizione c’è stata l’efficienza è stata molto scarsa. Ha comunque ancora 6 mesi per rimediare alle proprie mancanze.

      A 23 anni dovresti sapere usare correttamente i pronomi personali, “Gli” è una terza persona singolare maschile, per caso la tua amica è maschio?

      Inoltre questo finto sciopero rimanda l’appello di 15 giorni e non lo cancella. I professori rinunceranno solamente a un giorno di stipendio edaranno lo stesso servizio legermente posticipato.
      La tua amica ha solamente avuto 15 giorni in più per studiare e come massimo disagio ritarderà le vacanze di qualche giorno.

      Se colpa dev’essere non è dello sciopero, bensì delle ingiustizie che hanno spinto i professori a protestare.
      A 23 anni dovresti sapere che lo sciopero è un diritto di tutti i lavoratori ed è il modo civile di protestare per delle ingiustizie.

      Un saluto
      Lucia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *