Aggiornamento cantieri Polimi – gennaio 2020

Lo scorso maggio in campagna elettorale abbiamo steso un programma che si fonda su tre pilastri: didattica, diritto allo studio e vivibilità. In particolare la vivibilità di migliora con spazi adeguati e per questo motivo in questo articolo desideriamo dare una visione d’insieme di tutti i cantieri presenti nei campus.

  • Campus Leonardo
  • Campus Bovisa

Campus Leonardo

Aule di Rappresentanza

Abbiamo deciso di iniziare con questo intervento perché lo riteniamo fondamentale per capire il ruolo dei rappresentanti in questa difficile partita per ottenere più spazi adeguati.

Ogni lista di rappresentanza ha a disposizione un’auletta in cui svolgere la propria attività e da utilizzare come archivio/magazzino. Le vecchie aulette che si trovavano nell’edificio nave, per facilitare i lavori di condizionamento e in accordo con i vecchi rappresentanti, sono state spostate in un seminterrato dell’ed.4.

Questo spazio, che in precedenza non era accessibile agli studenti, è già stato ristrutturato per ospitare le tre aulette delle liste. Non possiamo nascondere che i rappresentanti di Svoltastudenti e La Terna Sinistrorsa hanno preso un decisione che ci preoccupa.

Infatti, la direzione che loro hanno deciso di seguire è quella di chiudere l’aula studio e l’aula meditazione all’Edificio 9 e posizionare alcuni posti studio nel sotterraneo dell’Edificio 4, spostando lo spazio meditazione in un ambiente più ristretto. Ci teniamo a sottolineare pubblicamente alcuni aspetti per cui non siamo d’accordo con questa scelta:

  • I posti studio diminuiscono di quantità e di qualità, passando da un’aula ampia con postazioni cablate, a un sotterraneo in cui sono presenti solo due vani da 15 mq. Numericamente i numeri passano da 50 a 20 circa e di qualità peggiore.
  • L’aula di meditazione, esattamente come l’aula studio dell’Edificio 9, è stata una conquista dei rappresentanti degli ultimi anni. Ci sono sempre più studenti di religione musulmana in un Ateneo internazionale come il Politecnico, che hanno il diritto di poter pregare anche loro in uno spazio accogliente ed adeguato.
  • Infine, la scelta di Svolta e Terna non è coerente con gli impegni presi in campagna elettorale. Svolta scriveva: “c’è una mancanza di aule studio e lavoreremo per aumentare gli spazi”, mentre Terna affermava: “Basta battaglie per un posto studio! Aumentare in tutti i campus e poli territoriali gli orari di apertura e il numero degli spazi studio”.
 

In un momento di crisi generale di spazi al Politecnico dove mancano le aule per le lezioni e tanti posti studio, noi crediamo che sia compito dei rappresentanti degli studenti farsi leggermente più stretti e lavorare affinché il numero dei posti studio venga aumentato, non diminuito! Siamo consapevoli che le grandi conquiste si ottengono passo dopo passo, mettendo insieme piccole conquiste. Ecco che 30 posti in meno iniziano a fare la differenza e sono una piccola sconfitta per gli studenti.

 

Campus Bonardi

Il nuovo campus di Architettura sta prendendo forma e con le nostre visite in cantiere più di 200 studenti hanno potuto entrare e toccare con mano le novità. La fine dei cantiere è prevista per la prossima estate in modo da garantire l’apertura in tempo per il primo semestre. Questi sono i principali interventi:

  • riqualificazione del trifoglio

  • la costruzione di un nuovo edificio

  • il rifacimento totale del piano terra con due nuovi edifici, uno dedicato al laboratorio modelli e uno con due aule frontali. Entrambi avranno terrazze accessibili da via bonardi.

 

In tutto il progetto è stata prioritaria la presenza di verde, infatti saranno piantate molte nuove piante. Inoltre ci sono alcuni spazi come il piano interrato della nave che potranno essere destinati a laboratori interattivi per l’architettura e a spazi studio. L’ipotesi più probabile è che in essi si sposti il laboratorio MOA, ora in via ampere, lasciando il posto per spazi studio.

Giardini di Leonardo

Un’altro intervento fondamentale del progetto vivi.polimi è il nuovo giardino centrale, chiamato “I giardini di Leonardo”.

La riqualificazione di questo spazio aperto passa principalmente attraverso la completa pedonalizzazione della zona. Il risultato sono 920mq di area verde.

Inoltre ci sono circa 60 postazioni studio coperte e 130 all’aperto. Tutte sono cablate.

Campus Bassini

Il Campus Bassini sarà totalmente riqualificato per garantire nuovi spazi al DEIB e al Dipartimenti di Materiali, che non sarà più in via mancinelli. Oltre a nuovi spazi vitali in questo momento di crisi, l’intervento garantisce più vedere grazie alla demolizione dei restanti edifici e la pedonalizzazione di via Pascal. Questo cantiere ha creato molto dibattito interno tra studenti e professori. Per questo motivo abbiamo diffuso un comunicato in cui diamo la nostra versione dei fatti e la nostra opinione. Potete trovarlo a questo link.

 

Inoltre, nell’ultima seduta di Senato sono state prese misure straordinarie:

  • una maggiore comunicazione negli organi d’Ateneo sull’andamento dei lavori.

  • 200.000 euro per la piantumazione di nuovi alberi.

Nave

I lavori di ammodernamento di questo edificio sono in atto tramite la sostituzione dei serramenti e il restauro della facciata. Oltre a questi lavori in una fase successiva saranno ristrutturate tutte le aule con nuovi impianti elettrici e nuovi arredamenti. Questi interventi, in particolare i nuovi serramenti, aiuteranno a ridurre le emissioni di CO2 dell’edificio.

Campus Bovisa

La goccia e il parco dei gasometri

Con “La Goccia” si parla di tutta l’area abbandonata sopra il campus La Masa. Il progetto è portato avanti in stretta collaborazione con il comune di Milano a cui negli scorsi mesi si è arrivati ad un accordo sull’utilizzo di quest’area. I tre focus saranno un grande parco per almeno il 50% dell’area, un nuovo campus Politecnico e altri spazi dedicati alla ricerca.

La collina

L’eliporto nel Campus La Masa cambierà completamente volto. Sarà costruito un nuovo edificio che servirà da magazzino al piano terra mentre gli altri due piani saranno dedicati a spazi studio per circa 200 studenti. A questo edificio sarà affiancata una collina che all’interno ospiterà uno spazio per eventi. I lavori inizieranno nel mese di Marzo per terminare entro il 2021.

 

B24: aule studio e mensa

Tutto l’edificio B24 subirà dei cambiamenti. Attualmente il piano interrato è dedicato soltanto a posti studio (circa 150) mentre il piano terra e il primo piano sono riservati alla mensa. I lavori saranno svolti la prossima estate. La nuova soluzione prevede:

  • piano interrato spazi studio sia open space (100 posti) sia due aulette più raccolte da circa 40/50 posti studio.
  • piano terra e primo piano mensa con tavoli cablati. Infatti verrà installata una saracinesca che chiude il bancone e la cucina fuori orario pranzo. Quindi tutti i posti saranno disponibili per studiare dalla mattina fino alle 20.30.

Campus Candiani: nuova aula studio in B4 e altre novità

Nell’edificio B4 saranno demolite le aule della rappresentanza, che si trasferiranno nell’edificio B2 e sarà creato uno spazio studio di circa 50 posti. Saranno presenti anche dei microonde per poter mangiare il pasto portato da caso al coperto, soprattutto nei mesi invernali.

Inoltre, il dipartimento di Design sarà trasferito in seguito alla vendita delle aule CS al Comune di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *